Il sottobosco

303751761.JPGNoi non lo vediamo, e molte volte facciamo finta di non vedere, ma sappiamo che c’è un sottobosco di servi, tirapiedi e ruffiani, il cui unico interesse è di portare acqua al proprio mulino, a discapito dei nostri diritti, nostri perché li paghiamo.  Mi chiedo, e soprattutto chiedo a voi, un cittadino che paga le tasse, non è anche un genitore che si sacrifica per arrivare alla fine del mese? Che deve spesso abituare alle rinunce anche i propri figli?  Non è un nonno che non può più fare un regalo ai nipoti?  E ancora, pensate alle giovani coppie che invecchiano prima di racimolare un gruzzolo e potersi sposare. In breve lavoriamo, paghiamo i tributi ai vassalli del potere oscuro, per cosa?

 

Per vivere in un paese in cui alcuni cittadini devono  pulirsi da soli le strade in cui abitano? Se non ci credete, chiedetelo agli abitanti della via Triolo, di vicolo San Leonardo,  ai residenti nelle vie e viuzze che dal centro salgono  fino al quartiere di San Michele. Vicoli ormai considerati latrine dai giovani durante  i week–end, e non considerati proprio dall’amministrazione.

 

Se non avete il tempo di fermarvi a chiedere se ciò corrisponde a verità soffermatevi a guardare il rivolo di melma che ormai da settimane scorre inesorabile all’inizio della via Triolo. Chi deve riparare questo tubo? Il comune? Il gestore dell’acquedotto? La ditta che ha effettuato la ristrutturazione del palazzo adiacente? Non è concesso saperlo. È, infatti, innegabile che viviamo in un cittadina in cui l’amministrazione locale è l’esatto riflesso della tragedia storico-culturale che si sta consumando a livello nazionale. Nepotismo, servilismo e ignoranza sono le qualità richieste  per perseguire un obbiettivo, sempre che non siate parenti della “persona giusta”.

 

Noi viviamo nel centro storico ed è questa la realtà che vi possiamo raccontare, ma  invitiamo tutti voi a sfruttare questo spazio per le vostre segnalazioni indipendentemente dalla zona in cui abitate. È necessario, infatti, coltivare e diffondere quella coscienza civica che ormai da troppo tempo manca a Sciacca.

ss.JPG

Il sottoboscoultima modifica: 2008-07-30T17:06:00+02:00da xacca_nccs
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “Il sottobosco

Lascia un commento